La gente continua a rivolgersi alla Bitcoin e ad altre crittocittà per aumentare i propri profitti anche in mezzo a una pandemia.

Mentre la pandemia COVID-19 ha spinto l’economia

Mentre la pandemia COVID-19 ha spinto l’economia egiziana in recessione e l’aumento della disoccupazione, sempre più egiziani vedono i benefici del commercio e dell’estrazione mineraria del Bitcoin come una fonte di reddito alternativa.

Secondo Al-Monitor, molti egiziani, in particolare i giovani, sono interessati alle crittocorse. Wael al-Nahhas, un economista e consulente finanziario di diversi istituti di investimento in Egitto, ha detto:

„Molti giovani egiziani hanno iniziato ad investire in piccole quantità nonostante l’aumento del valore del bitcoin. Hanno iniziato a estrarre il Satoshi, che è il 100 milionesimo di un bitcoin, e su base giornaliera stanno realizzando profitti dal 4% al 5% della differenza tra i tassi di acquisto durante il periodo di calo della domanda e i tassi di vendita al momento del picco della domanda, oltre ad alcuni profitti trimestrali o annuali derivanti da aumenti inaspettati dei tassi di bitcoin“.

La disoccupazione in Egitto è passata dal 7,7% nel primo trimestre del 2020 al 9,6% nel secondo trimestre, il che significa che più di mezzo milione di egiziani hanno perso il lavoro, secondo le recenti cifre dell’Agenzia centrale egiziana per la mobilitazione pubblica e le statistiche.

Il commercio di Bitcoin sembra quindi molto attraente

Muhammad Abd el-Baseer, un minatore Bitcoin e membro della Bitcoin Egypt Community, ha detto che altri fattori hanno reso più facile per la gente rivolgersi verso il Bitcoin. Ha detto che il passaggio al lavoro da casa, la riduzione dell’orario di lavoro e i nuovi coprifuoco hanno incoraggiato molti egiziani ad investire in Bitcoin nel loro tempo libero.

Egli stima che più di 16.000 egiziani siano entrati a far parte della comunità Bitcoin Egitto. Tuttavia, ha notato che questo numero potrebbe essere più alto in quanto la gente potrebbe insegnare ai propri amici e familiari come investire nelle crittocittà.

Ma mentre un numero sempre maggiore di egiziani si interessa all’estrazione e al commercio delle valute crittografiche, molti temono che le persone possano essere prese di mira e accusate di frode senza una legislazione adeguata. Una legge che chiarisca quali attività possono essere considerate legali o meno intorno alle valute crittografiche potrebbe arrivare presto, secondo gli esperti.